In questo post vorrei spiegare a che condizione i materiali POP sono utili al tuo business e i consigli per sfruttarlo meglio.

I tuoi fornitori e il tuo ufficio marketing mandano materiali POP continuamente ai tuoi punti vendita senza che tu possa controllare cosa arriva (POP sta per Point-of-Purchase punti di acquisto, cioè il materiale promozionale e informativo che serve ad aiutare i tuoi clienti a scegliere il giusto prodotto). 

Per chi vende attraverso shop-in-shop ci sono anche i singoli brand che, bypassando il tuo coordinamento, inviano ai tuoi negozi stand, roll-up, foto, cartelloni e tutto quello che solo un creativo può creare.

Il materiale POP è il modo con cui i tuoi negozi parlano non basta più il packaging ma serve una comunicazione che riesca a fissare i concetti importanti (che sono sempre indicare la REASON WHY PER COMPRARE SUBITO QUESTO PRODOTTO il resto è creatività che distrae)

5 cose da sapere sui materiali POP:

  1. Ilcliente non entra per leggere ma per comprare quindi più lo distrai con mille informazioni (spesso inutili) meno sarà convinto che quello è il posto e il momento per comprare.
  2. Il materiale POP viene creato da creativi (!) a tavolino, probabilmente l’agenzia nei tuoi negozi non è mai entrata nei tuoi negozio oppure la tua divisione marketing non si rende conto di quanta roba ha spedito e di quanto spazio è disponibile in un negozio che dovrebbe per prima cosa far vedere i prodotti.
  3. Il direttore del punto vendita riceve sempre troppo materiale, non ha competenze specifiche e spesso sceglie in base al colore o al gusto del momento cosa mettere in negozio e cosa lasciare negli scatoloni pronti per il riciclo.
  4. Anche il materiale fatto bene si rovina, viene vandalizzato e può scadere.
  5. L’agenzia che produce il materiale non è sempre un mostro di competenza e correttezza (le famose gare al ribasso su qualcosa devono pur incidere). Il materiale viene pensato come se tutti i negozi fossero uguali, prodotto e spedito con tempistiche casuali. Ad esempio a noi capita sempre di trovare la famosa PROMO ESTATE a dicembre oppure SCONTO NATALE che rimane fino a febbraio insieme ai saldi.

Il risultato? Un caos di brand che urlano ognuno il proprio messaggio creando solo confusione con contenuti fuorvianti e, spesso, promozioni fuori luogo e fuori tempo. Materiale che rimane negli scatoloni con costi che sarebbe stato meglio investire in altri settori.

I miei consigli per rendere il materiale POP una voce + sul tuo bilancio e non un costo necessario

Prima di tutto, ti consiglio di avere una mappa dei “buchi” dove il materiale può essere inserito. Devi sapere con certezza per ogni negozio dove possono essere messi gli stand e quanti, dove si devono affiggere i lollypop e quanto spazio si può dare per ogni brand o per ogni prodotto.

Secondo consiglio prendi un negozio per tipo (clusterizza i punti vendita per tipologia sono sicuro che già lo fai, non faccio in tempo a spiegarti come se hai tempo e voglia ne parliamo in un altro post) e monta tutto il materiale che vuoi installare
Non ti fidare del rendering non è la realtà non ci sono tutti gli articoli negli scaffali e la luce è sempre perfetta. Così facendo deciderai cosa è installabile e dove. 

Comunica i tuoi format ai tuoi fornitori per farti mandare il giusto materiale e non il solito “scatolone poi decide il direttore che conosce il territorio”. Viene uno schifo.

Ma sopratutto controlla periodicamente le installazioni. Come? 

Abbiamo un prodotto specifico fra i servizi di business intelligence, ottieni foto di tutto il materiale, la misurazione degli spazi allocati per te dai tuoi rivenditori, assegnati a ciascun fornitore, lo stato manutentivo e la verifica delle promozioni che avrebbero dovuto essere installate ma non si trovano. 

Se vuoi sapere di più sui nostri servizi di Business Intelligence clicca qui

Il tutto lo vedi sulla tua dashboard dal tuo ufficio in tempo reale, puoi verificare le agenzie, le promoter, il direttore del punto vendita, le vetriniste, gli allestitori.

Insomma tutto ad un costo molto più basso del materiale sprecato.

Spero ti sia utile, se hai dei suggerimenti o delle domande possiamo sentirci quando vuoi