Con i nostri shopper abbiamo iniziato a valutare l’offerta degli altri prodotti e la promozione dei prodotti in bundling. Gli shopper compravano i biglietti e si aspettavano l’offerta del pacchetto cinema + cena da parte del cassiere una volta che aveva acquisito l’informazione sul numero e la tipologia di biglietti acquistati.

Inoltre i ristoranti avevano messo in vendita una serie di menu per consumi durante la visione che andava promossa prima della visione del film.

Gli obiettivi erano aumentare i consumi in sala e proporre la sosta dopo cinema all’interno della struttura per permettere di valutare i ristoranti del centro ai clienti del cinema.

I report erano focalizzati sull’upselling premiando i gruppi di lavoro che maggiormente riuscivano a proporre i bundle di prodotti.

I risultati sono stati un aumento dei pacchetti venduti dell’8% dopo 3 mesi di verifiche, un aumento dei menu per la sala del 6% e un aumento del carico sui ristoranti del 13% che si è protratto anche successivamente alla prima visita. I prodotti offerti dal ristorante scontavano un pregiudizio su costo alto che, una volta provati, si rivelava infondato.

Casi studio

Mystery Video per imparare a vendere dai colleghi

Un’azienda del settore automotive registrava una certa resistenza al cambiamento da parte dei venditori più esperti che ritenevano la consulenza di aziende specializzate poco utile e poco efficace per il loro settore specifico.

Controllo degli standard del punto vendita

Una catena di negozi di elettronica di consumo internazionale ci ha chiesto di inviare i…

Centro commerciale: un punteggio finale

La proprietà del centro ci ha chiesto la possibilità di stilare una classifica dei punti…